Padova verso il Giorno del ricordo:non dimentighemo

Mercoledi,7 Febbraio alle 20.30 nella Sala Caduti di Nassirya verrà proiettato il trailer di “Rosso d’Istria” e i ricordi illustrati della Prof.ssa Adriana Ivanov  dell’ Associazione Venezia Giulia e Dalmazia .Interverranno Raffaele Zanon ,dirigente nazionale FDI e Massimiliano Barison Consigliere Regionale FDI. A cura del Circolo Territoriale Città di Padova.

E’ inverosimile come l’Italia per 60 anni abbia fatto finta di dimenticare i crimini subiti dai nostri fratelli di Istria, Fiume e Dalmazia. Forse perché quella stessa Italia era complice di una vera e propria pulizia etnica?

E’ I N V E R O S I M I L E che la verità sugli italiani perseguitati dai partigiani comunisti, poi da Tito e sulle foibe, sia taciuto e omesso dai libri di scuola e dagli organi di informazione. Aver tenuto nascosto la verità per insabbiare la complicità di altri italiani è vergognoso. Il 10 febbraio è un giorno che dovrebbe essere celebrato da tutti gli italiani perché non ci deve essere nessuna graduatoria tra Shoa, Foibe, genocidio Armeno e Gulag. C’è ancora oggi troppo negazionismo che vuole dividere tra buoni e cattivi. Si è voluto negare perché fa paura la verità. C’è chi ha avuto il coraggio di scrivere e di raccontare, come Antonello Belluco su Norma Cossetto in Rosso Istria, e Simone Cristicchi in Magazzino 18. Simone è stato insultato per queste parole: ” Ci chiamavano fascisti eravamo solo italiani. Italiani dimenticati in qualche angolo della memoria come una pagina strappata dal grande libro della storia.”

La memoria condivisa delle tragedie della storia contemporanea dovrebbe essere il segno tangibile della civiltà di una Nazione che non vive di rancori alzando bandiere ideologiche.

E’ un fatto vergognoso che dividere tra buoni e cattivi, tra fascisti e anti-fascisti. Chi conosce bene la destra politica a cui appartengo sa che non ci siamo mai appropriati del Ricordo, ma ci siamo battuti perché rimanesse vivo. Mi piacerebbe che il 10 febbraio andasse in onda in prima serata un film sull’esodo di 300.000 italiani di Istia, Fiume e Dalmazia come avviene il 27 gennaio per il giorno della Memoria

Marina Buffoni, portavoce di Fratelli d’Italia-An Città di Padova

Lascia un commento