Gabriele Zanon: difesa attiva di aziende e partite IVA

Giorgia Meloni con Gabriele Zanon

Insieme decliniamo con la nostra sensibilità ed esperienza sul nostro Territorio Padovano gli spunti che riceviamo dal programma elettorale, rendendolo aderente al sentire dei cittadini e di chi vuole realizzarlo con noi, perché il Progetto di Fratelli d’Italia e di Giorgia Meloni non è un progetto “di parte”.
Come ci ha ricordato Guido Crosetto nella sua recente presenza a Padova solo l’unità e la consapevolezza nostra e del popolo italiano possono risollevarci e proiettarci in un futuro migliore.
Noi dovremo caricarci in ogni caso sulle spalle questa responsabilità della quale dobbiamo essere all’altezza. Quindi realizzare insieme quel salto di qualità che ci viene richiesto.
Questo il senso del mio messaggio e dell’estratto sintesi che segue ma anche dell’impegno che vorrei sviluppare con voi su questo tema

A fianco delle imprese per il lavoro


Convegno con le categorie produttive a Limena
  • È indispensabile rimuovere i vincoli strutturali che limitano la crescita economica e liberare le forze produttive dell’Italia, creando le condizioni necessarie per consentire alle imprese di svilupparsi e competere a livello internazionale. Gettare le basi per una crescita economica sostenuta e duratura del sistema nazionale è l’unica strada per garantire il benessere dei cittadini e migliorare i fondamentali dell’economia italiana con attenzione alle aree da risollevare ma anche alle aree virtuose come il Veneto che possono essere laboratorio di Sviluppo futuro e modelli da replicare.

Razionalizzare il sistema degli incentivi alle imprese che oggi consta di oltre 1.400 interventi agevolativi nazionali e regionali. Favorire l’accesso al mercato dei capitali semplificando gli adempimenti per chi decide di quotarsi in Borsa. Rendere strutturali incentivi e crediti d’imposta per investimenti tecnologici e spese di ricerca e sviluppo. Potenziare il sistema di governance della gestione delle crisi aziendali e dei processi di reindustrializzazione di aree e filiere produttive. Agevolare l’accesso al credito delle piccole e medie imprese potenziando il Fondo di garanzia per le Pmi. Favorire la crescita dimensionale delle piccole e medie imprese. Semplificare norme e burocrazia per le aziende, ridurre e velocizzare gli adempimenti, introdurre la piena e immediata compensazione dei crediti che queste vantano nei confronti della PA con debiti tributari e contributivi.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.