PADOVA PROTAGONISTA AD ATREJU 2015 CON BELLUCO

12041312_10206822503794326_1287893122_oUna nutrita delegazione di dirigenti e militanti di Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale di Padova, guidati dal portavoce provinciale Elvio Turlon ha partecipato alla tre giorni di Atreju 2015 a Roma, il laboratorio politico nazionale ideato da Giorgia Meloni per creare un momento significativo di aggregazione per tutta la Destra italiana, giunto quest’anno alla diciottesima edizione.

“Il grande tema di Atreju 2015 è stato “Terra Nostra” – ha spiegato Elvio Turlon  – la sfida della preservazione della propria identità in una nuova Italia e in una nuova Europa che devono interfacciarsi quotidianamente con nuove influenze culturali, una sfida che non è solo a livello nazionale ma, a scalare, anche a livello locale.” Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale di Padova si è riconfermata  protagonista di questa edizione durante i dibattiti e la proiezione del film di Antonello Belluco il Segreto di Italia. Ad Atreju 2015,non poteva non avere spazio il racconto delle pagine strappate delle storia recente del Paese. Una di queste è, l’opera cinematografica del regista padovano che è stata protagonista di un incontro sentito durante la kermesse a Roma.

Ispirato a fatti realmente accaduti nella primavera del 1945, a guerra di fatto conclusa, a Codevigo, nel Padovano, dove il conflitto continua drammaticamente in altre forme.

La presenza padovana è stata caratterizzata anche con uno stand che ha ospitato varie associazioni culturali presenti nel nostro territorio tra cui l’Associazione Vittime di Equitalia.

 Raffaele Zanon ,responsabile nazionale del dipartimento  in difesa di imprese e partite iva, è intervenuto nel corso del dibattito coordinato da Marco Scurria  toccando i principali temi che caratterizzeranno le prossime iniziative del movimento a tutela delle vittime della burocrazia.         La difesa attiva della imprese e delle partite Iva servirà a dare un segnale chiaro della nostra opposizione alle politiche economiche e fiscali di questo governo e della nostra volontà di presidiare con determinazione gli interessi legittimi delle aziende italiane sempre più vessate da casi eclatanti di mala burocrazia e da una tassazione sempre più opprimente.

Lascia un commento